G60 Metodo ReLisa -             Radiofrequenza ed Elettroporazione la risposta terapeutica non invasiva  per il trattamento Funzionale ed Estetico in Ginecologia

La più alta produttività

nel settore medicale

La terapia più efficace e confortevole per il paziente per il trattamento dei disturbi  legati ai traumi da parto o legati alla menopausa.  

Incontinenza urinaria da stress, prolasso uterino, secchezza vaginale, dispareunia e Ringiovanimento Vaginale e dei Genitali esterni applicabile ambulatorialmente con trattamenti settimanali da 10 Minuti

Relisa è un dispositivo medico  in grado di contrarre il tessuto stimolando la produzione di collagene favorendo un ispessimento della mucosa ed una sua maggiore idratazione.

ReLisa consente di veicolare in profondità creme e farmaci come testosterone e composti a base di collagene e acido jaluronico senza l'uso di cannule o aghi.

ReLisa va ad agire sui meccanismi cellulari per riattivare al meglio i processi metabolici rigenerando i tessuti.

FAQ -

D -Che Garanzia di risultato da lo strumento?

R. G60 è uno strumento con certificazione medicale, pertanto

     sottoposto a verifiche e prove cliniche prima dell'ottenimento        della certificazione e successiva immissione sul mercato.

D -Occorre frequentare un corso di formazione?

R - No

D - Come ho la certezza di utilizzare appropriatamente lo          strumento? 

R - Il compito del professionista è quello di formulare una diagnosi e secondo quest'ultima applicherà i protocolli stabiliti dal produttore

D - quante applicazioni occorrono per ottenere i risultati desiderati?

R - mediamente 6 applicazioni con cadenza settimanale di 10/15 minuti a seduta in funzione della patologia e dall'età della paziente

D - quindi per ogni applicazione dovrò impegnare il mio tempo  per eseguire il trattamento?

R - No - Il tempo da impiegare è solo quello necessario all'inserimento del trasduttore, fatto ciò lo strumento viene avviato impostando solo il tempo del trattamento e la percentuale di radiofrequenza da erogare secondo il protocollo. A fine trattamento lo strumento si posiziona in stand by automaticamente

D- Devo perdere del tempo per sterilizzare la sonda tra un paziente e l'altro?

R- No - Lo strumento utilizza sonde multiuso monopaziente pertanto non presenta rischi di contaminazioni/infezioni crociate.

D - Lo strumento è costoso?

R - Il costo è assolutamente irrilevante relazionato alla produttività. G60 è quanto di più produttivo nel settore medicale mediamente il costo dello stesso si ammortizza con 10/12 cicli applicativi completi ( 10/12 pazienti)

D - Occorrono materiali di consumo?

R - Si . Per ogni paziente occorre un trasduttore monopaziente e secondo il tipo di trattamento prodotti per veicolazione.

                 Soluzioni Personalizzate di pagamento                      Leasing - Noleggio Operativo - Noleggio Periodico Service

Promo al 30/09/2020 a partire da € 8,90 IVA compresa al Giorno

       G60  Metodo RELISA  Centri di riferimento Teotronik Medical

D.ssa Piera Bonaccorsi Via T.Leonardi 7 Giarre (CT) Tel. 3477605015

D.ssa Lucia Lo Presti Via Basile 10 Catania Tel.3332366698

D.ssa Lucia Lo Presti Via Termini 48 Lentini (SR) Tel.3312149693

D.ssa Maria Sciuto Via Brindisi 16 Catania Tel.095-338179

 

D.ssa Elisa Caruso Via Giuffrida 7 Misterbianco (CT) Tel. 3495610955

Dr.Gianluca Leanza Via C. Forlanini 124 Catania Tel 3208488828

Dr. Domenico Miceli Via L.Da Vinci 5 Enna Tel. 0935-531786

D.ssa Patrizia De Luca c/o Abbadia Medica S.da Dell'Arcone 13 Orvieto Tel. 0763 214433 - 3483412865

Teotronik Medical Sas

Via Palermo,4

95030  Pedara (CT)

Tel/Fax 095919844

email teotronik@tiscali.it

Info@teotronik.com

Cell. +39-3472334928

Collegati alla nostra pagina Facebook

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon

FOLLOW

Twitter

 

Google +

 

Facebook