id=AW-725202823">
top of page

Risultati di ricerca

9 elementi trovati per ""

  • Finasteride nel trattamento della Calvizie (Alopecia Androgenetica)- Gruppo di studio sulla perdita dei capelli.

    Fonte PubMed Aut.K D Kaufman 1, E A Olsen, D Whiting, R Savin, R DeVillez, W Bergfeld, V H Price, D Van Neste, J L Roberts, M Hordinsky, J Shapiro, B Binkowitz, G J Gormley Abstract Background: L'alopecia androgenetica (perdita dei capelli di tipo maschile) è causata dalla miniaturizzazione androgeno-dipendente dei follicoli piliferi del cuoio capelluto, con il diidrotestosterone (DHT) del cuoio capelluto implicato come causa contributiva. La finasteride, un inibitore della 5alfa-reduttasi di tipo II, riduce il DHT sierico e del cuoio capelluto inibendo la conversione del testosterone in DHT. Obiettivo: Il nostro scopo era determinare se il trattamento con finasteride porta a un miglioramento clinico negli uomini con perdita dei capelli di tipo maschile. Metodi: In due studi di un anno, 1553 uomini (età compresa tra 18 e 41 anni) con perdita dei capelli di tipo maschile hanno ricevuto finasteride orale 1 mg/d o placebo, e 1215 uomini sono continuati negli studi di estensione in cieco per un secondo anno. L'efficacia è stata valutata mediante conteggio dei capelli del cuoio capelluto, valutazioni del paziente e dell'investigatore, e revisione delle fotografie da parte di un panel di esperti. Risultati: Il trattamento con finasteride ha migliorato i capelli del cuoio capelluto con tutte le tecniche di valutazione a 1 e 2 anni (P < .001 vs placebo, tutte le comparazioni). Aumenti clinicamente significativi nel conteggio dei capelli (basale = 876 capelli), misurati in un'area circolare di diametro di 1 pollice (5,1 cm2) del cuoio capelluto calvo del vertex, sono stati osservati con il trattamento con finasteride (107 e 138 capelli vs placebo a 1 e 2 anni, rispettivamente; P < .001). Il trattamento con placebo ha comportato una progressiva perdita dei capelli. L'autovalutazione dei pazienti ha dimostrato che il trattamento con finasteride ha rallentato la perdita dei capelli, aumentato la crescita dei capelli e migliorato l'aspetto dei capelli. Questi miglioramenti sono stati confermati dalle valutazioni dell'investigatore e dalle valutazioni delle fotografie. Gli effetti avversi sono stati minimi. Conclusioni: Negli uomini con perdita dei capelli di tipo maschile, la finasteride 1 mg/d ha rallentato la progressione della perdita dei capelli e aumentato la crescita dei capelli in studi clinici di 2 anni. Le persone colpite da calvizie conoscono bene la sensazione che si prova quando ci si pettina e si guarda frustrati la propria testa sempre più scoperta. Propecia generico è la soluzione più ottimale per la caduta di capelli circolare. L'ulteriore caduta dei capelli più essere evitata grazie al principio attivo Finasteride. La buona notizia: Studi medici hanno provato l'efficacia di questi prodotti per la caduta di capelli generica. La cattiva notizia: Sfortunatamente, è efficace solo sugli uomini. La medicina controlla l'ormone maschile, il testosterone, e quindi è inadatta alle donne. Con una sola pastiglia di Propecia al giorno, gli uomini possono finalmente fermare la caduta dei capelli. Dopo 3-6 mesi di trattamento sarà possibile vedere risultati significativi. Non aspettare e approfitta della possibilità di ordinare online Finasteride nel trattamento della Calvizie

  • Trattamento della Calvizie: Efficacia e sicurezza della soluzione spray topica di finasteride per l'alopecia androgenetica maschile: uno studio clinico di fase III, randomizzato e controllato.

    B M Piraccini 1, U Blume-Peytavi 2, F Scarci 3, J M Jansat 3, M Falqués 3, R Otero 3, M L Tamarit 3, J Galván 4, V Tebbs 5, E Massana 3; Topical Finasteride Study Group Nel Trattamento della Calvizie Il finasteride orale è un trattamento ben consolidato per gli uomini con alopecia androgenetica (AGA), ma la terapia a lungo termine non è sempre accettabile per i pazienti. È stata sviluppata una formulazione topica di finasteride per ridurre al minimo l'esposizione sistemica agendo specificamente sui follicoli piliferi. Obiettivi: Valutare l'efficacia e la sicurezza del finasteride topico rispetto al placebo e analizzare l'esposizione sistemica e il beneficio complessivo rispetto al finasteride orale. Metodi: Questo studio randomizzato, in doppio cieco, a doppio cieco, a gruppi paralleli, della durata di 24 settimane, è stato condotto su pazienti maschi adulti ambulatoriali con AGA in 45 centri in Europa. Sono state valutate l'efficacia e la sicurezza. Sono state misurate le concentrazioni di finasteride, testosterone e diidrotestosterone (DHT). Risultati: Dei 458 pazienti randomizzati, 323 hanno completato lo studio e 446 sono stati valutati per la sicurezza. Il cambiamento rispetto al basale nel conteggio dei capelli nell'area target (TAHC) a 24 settimane (endpoint di efficacia primario) è stato significativamente maggiore con il finasteride topico rispetto al placebo (cambiamento medio corretto 20,2 vs. 6,7 capelli; P <0,001), e numericamente simile tra finasteride topico e orale. Sono state osservate differenze statisticamente significative a favore del finasteride topico rispetto al placebo per il cambiamento rispetto al basale nel TAHC a 12 settimane e per il cambiamento valutato dall'investigatore rispetto al basale nella crescita/perdita di capelli del paziente a 24 settimane. L'incidenza e il tipo di eventi avversi e la causa della discontinuazione non differivano significativamente tra il finasteride topico e il placebo. Non sono stati riportati eventi avversi gravi correlati al trattamento. Poiché le concentrazioni plasmatiche massime di finasteride erano >100 volte inferiori e la riduzione rispetto al basale nella concentrazione sierica media di DHT era inferiore (34,5 vs. 55,6%) con il finasteride topico rispetto al finasteride orale, c'è meno probabilità di reazioni avverse sistemiche di natura sessuale correlate a una diminuzione del DHT con il finasteride topico. Conclusioni: Il finasteride topico migliora significativamente il conteggio dei capelli rispetto al placebo ed è ben tollerato. Il suo effetto è simile a quello del finasteride orale, ma con un'esposizione sistemica marcatamente inferiore e un impatto minore sulle concentrazioni sieriche di DHT. © 2021 Gli autori. La rivista Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology è pubblicata da John Wiley & Sons Ltd per conto dell'Accademia Europea di Dermatologia e Venereologia. 2 / 2

  • Sindrome dell'ovaio policistico: il microbiota intestinale

    La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è una diffusa malattia endocrina che colpisce dal 6% al 20% delle donne in età riproduttiva ed è associata a un elevato rischio di infertilità, obesità e resistenza insulinica. Sebbene siano stati individuati fattori genetici, neuroendocrini e metabolici come cause della PCOS, l'eziologia rimane ancora poco chiara. Studi recenti condotti su esseri umani e modelli anima hanno evidenziato un'associazione tra Ovaio policistico e microbiota intestinale e i parametri metabolici e clinici della PCOS. Inoltre, è stato proposto che la disbiosi del microbiota intestinale possa essere un fattore patogenetico potenziale nello sviluppo della PCOS. In questo contesto, la modifica del microbiota intestinale con agenti probiotici, prebiotici e simbiotici suggerisce che questi prodotti possano rappresentare nuove opzioni terapeutiche per la PCOS. In questa revisione, si mira a spiegare la relazione tra PCOS e microbiota intestinale con possibili meccanismi e ad esaminare i nuovi approcci terapeutici che possono essere sviluppati in questa direzione. Punti chiave da tenere a mente. Gli studi hanno mostrato che il microbiota intestinale potrebbe essere un fattore patogenetico potenziale nello sviluppo della PCOS. La disbiosi del microbiota intestinale nelle donne con PCOS sembra essere associata ai fenotipi della PCOS.Gli studi suggeriscono che la resistenza insulinica, le concentrazioni di ormoni sessuali e l'obesità possano influenzare la diversità e la composizione del microbiota intestinale nelle donne con PCOS. Con una migliore comprensione del ruolo del microbiota intestinale nella PCOS, interventi che includono prebiotici, probiotici e simbiotici possono essere considerati come future opzioni terapeutiche. Asse intestino-microbiota-gonadico: l'impatto del microbiota intestinale sulle funzioni riproduttive L'influenza del microbiota intestinale sui processi fisiologici sta rapidamente guadagnando attenzione a livello globale. Nonostante sia stato poco studiato, ci sono dati disponibili che dimostrano un'interazione tra il microbiota intestinale e i gonadi, e l'importanza di questo asse nella riproduzione. Questo studio esamina gli impatti del microbiota intestinale sulla riproduzione. Inoltre, vengono presentati i possibili meccanismi attraverso cui il microbiota intestinale modula la riproduzione maschile e femminile. Sono state esplorate banche dati, tra cui Embase, Google Scholar, PubMed/Medline, Scopus e Web of Science, utilizzando parole chiave pertinenti. I risultati hanno mostrato che il microbiota intestinale promuove le funzioni gonadiche modulando i livelli circolanti di ormoni sessuali steroidi, la sensibilità all'insulina, il sistema immunitario e il microbiota gonadico. Il microbiota intestinale altera anche la generazione di specie reattive dell'ossigeno (ROS) e l'attivazione dell'accumulo di citochine. In conclusione, i dati disponibili dimostrano l'esistenza di un asse intestino-microbiota-gonadico e il ruolo di questo asse sulle funzioni gonadiche. Tuttavia, la maggior parte dei dati sono evidenze convincenti provenienti da studi sugli animali, con una grande mancanza di dati umani. Pertanto, sono importanti studi umani che convalidino i risultati degli studi sperimentali utilizzando modelli animali. Fonte PubMed Feb. 2024 Autori Victory J Ashonibare 1 2 3, Bolaji A Akorede 3 4, Precious J Ashonibare 3 5, Tunmise M Akhigbe 3 6, Roland Eghoghosoa Akhigbe 3 5

  • Approccio multidisciplinare alla prostatite

    l'approccio multidisciplinare alla prostatite inizia con la moderna ricerca clinica sulla prostatite ha avuto inizio con il lavoro di Stamey e collaboratori, i quali hanno sviluppato i principi fondamentali che ancora oggi utilizziamo. Essi hanno istituito la tecnica della coltura segmentata per localizzare le infezioni nei maschi all'uretra, alla vescica o alla prostata e per differenziare le principali categorie di prostatite. Tali categorie, con lievi modifiche, sono ancora utilizzate secondo la classificazione del NIH: prostatite acuta batterica, prostatite cronica batterica, sindrome del dolore pelvico cronico (CPPS) e prostatite asintomatica. L'infiammazione prostatica è considerata un fattore importante nell'influenzare sia la crescita prostatica che la progressione dei sintomi dell'ipertrofia prostatica benigna e della prostatite. L'infiammazione cronica/neuroinfiammazione è il risultato di una risposta acuta deregolata del sistema immunitario innato che colpisce il tessuto neurale circostante a livello molecolare, strutturale e funzionale. Le osservazioni cliniche suggeriscono che l'infiammazione cronica correla con la prostatite cronica/sindrome del dolore pelvico cronico (CP/CPPS) e l'ipertrofia prostatica benigna (BPH), e un'anamnesi di prostatite cronica clinica aumenta significativamente le probabilità di cancro alla prostata. La classificazione NIHNIDDK basata sull'uso del test di localizzazione microbiologica a 4 bicchieri o sul test semplificato a 2 bicchieri è attualmente accettata a livello mondiale. Il sistema UPOINT identifica gruppi di clinici con presentazione clinica omogenea ed è utilizzato per riconoscere fenotipi da sottoporre a trattamenti specifici. L'algoritmo UPOINTS ha implementato l'originale UPOINT aggiungendo ai domini urinari (U), psicosociali (P), specifici dell'organo (O), infezione (I), neurologici (N), tensione muscolare e sensibilità (T) un ulteriore dominio legato alla sessualità (S). Infatti, la disfunzione sessuale (erettile, eiaculatoria, perdita di libido) è stata descritta nel 46-92% dei casi con un elevato impatto sulla qualità della vita dei pazienti con CP/CPPS. L'ecografia prostatica rappresenta il test di imaging più diffuso nella valutazione sia della prostatite acuta che cronica, anche se non è stato chiaramente associato a nessun modello ipo-iperecogeno specifico con la prostatite batterica cronica e la CPPS. L'uso di un software di elaborazione digitale per calcolare l'estensione dell'area di calcificazione prostatica all'ecografia ha dimostrato una percentuale più elevata di calcificazione prostatica nei pazienti con prostatite batterica cronica. La risonanza magnetica multiparametrica (mpMRI) è attualmente la modalità di imaging all'avanguardia nella valutazione dei pazienti con cancro alla prostata, anche se una varietà di condizioni benigne, compresa l'infiammazione, può mimare il cancro alla prostata e agire come fattori di confondimento nella discriminazione tra lesioni neoplastiche e non neoplastiche. Le batterie possono infettare la ghiandola prostatica per: ascendere l'uretra, reflusso di urina nei dotti prostatici, inoculazione diretta di batteri attraverso aghi per biopsia inseriti o semina ematogena. Gli Enterobatteriaceae sono i patogeni predominanti nella prostatite acuta e cronica batterica, ma è stato segnalato un ruolo crescente degli Enterococchi. Molte ceppi di questi uropatogeni mostrano la capacità di formare biofilm e resistenza multidrug. Gli agenti delle infezioni sessualmente trasmissibili (STI), in particolare Chlamydia trachomatis e Mycoplasma genitalium, sono stati considerati anche come patogeni causali della prostatite batterica cronica. Al contrario, il ruolo efficace in malattie genitali di altri "micoplasmi genitali" è ancora oggetto di dibattito. Gli agenti delle infezioni sessualmente trasmissibili dovrebbero essere investigati mediante metodi molecolari sia nel paziente che nel partner sessuale. Le indagini di "prossima generazione", come l'analisi delle citochine, la tipizzazione citologica delle cellule immunitarie, potrebbero aiutare a stratificare la risposta immunitaria. La disregolazione epigenetica dei fattori infiammatori dovrebbe essere investigata in base ai segnali sistemici e specifici del compartimento. La ricerca di biomarcatori dovrebbe includere anche la valutazione delle vie ormonali, come la misurazione dei livelli di estrogeni nel liquido seminale. Gli antimicrobici sono gli agenti di prima linea per il trattamento della prostatite batterica. Il successo del trattamento antimicrobico dipende dall'attività antibatterica e dalle caratteristiche farmacocinetiche del farmaco che deve raggiungere concentrazioni elevate nelle secrezioni prostatiche e nel tessuto prostatico. La prostatite batterica acuta può essere un'infezione grave con un potenziale rischio di urosepsi. Per il trattamento iniziale dei pazienti gravemente malati, è consigliata l'amministrazione endovenosa di dosi elevate di antimicrobici battericidi, come penicilline a largo spettro, cefalosporine di terza generazione o fluorochinoloni, in combinazione con un aminoglicoside. L'uso di piperacillina-tazobactam e meropenem è giustificato in presenza di patogeni gram negativi multiresistenti. Il trattamento antibiotico della prostatite cronica si basa attualmente sull'uso di fluorochinoloni che, somministrati per 2-4 settimane, hanno curato circa il 70% degli uomini con prostatite batterica cronica. Per il trattamento della prostatite da Chlamydia, i macrolidi hanno dimostrato di essere più efficaci rispetto ai fluorochinoloni, mentre non sono state osservate differenze nell'efficacia microbiologica e clinica tra macrolidi e tetracicline per il trattamento delle infezioni causate da patogeni intracellulari. Gli aminoglicosidi e la fosfomicina potrebbero essere considerati come alternativa terapeutica per il trattamento della prostatite resistente ai chinoloni. L'uso degli alfa-bloccanti nei pazienti con CP/CPPS con sintomi urinari e analgesici +/- farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), in presenza di dolore, ha dimostrato una riduzione dei sintomi e un miglioramento della qualità di vita, anche se l'uso a lungo termine di FANS è limitato dal profilo degli effetti collaterali. Tuttavia, il regime terapeutico multimodale mediante l'uso contemporaneo di alfa-bloccanti, antibiotici e antinfiammatori ha mostrato un miglior controllo dei sintomi della prostatite rispetto al trattamento con un solo farmaco. Sarebbe molto interessante testare nuove sostanze terapeutiche per il trattamento del dolore, come il cannabinoide anandamide. Un'alternativa per il trattamento della prostatite cronica/sindrome del dolore pelvico cronico è la fitoterapia, come terapia primaria o in associazione con altri farmaci. La quercetina, l'estratto di polline, l'estratto di Serenoa repens e altre miscele di estratti vegetali hanno mostrato un effetto positivo sui sintomi e sulla qualità di vita senza effetti collaterali. È stata descritta un'associazione tra CP/CPPS e alterazioni della funzione intestinale. La dieta ha i suoi effetti sull'infiammazione mediante la regolazione della composizione della flora intestinale e l'azione diretta sulle cellule intestinali (infiammazione sterile). I batteri intestinali (microbiota) interagiscono con il cibo influenzando la risposta metabolica, immunitaria e infiammatoria dell'organismo. Il microbiota intestinale ha una funzione protettiva contro i batteri patogeni, una funzione metabolica mediante la sintesi di vitamine, la decomposizione degli acidi biliari e la produzione di fattori trofici (butirrato), e una modulazione del sistema immunitario intestinale. L'alterazione del microbiota è chiamata "disbiosi" e causa patologie invasive intestinali (sindrome dell'intestino permeabile e intolleranze alimentari, sindrome dell'intestino irritabile o malattie infiammatorie croniche intestinali) e correla con numerose patologie sistemiche, compresa la prostatite acuta e cronica. L'amministrazione di batteri probiotici vivi può essere utilizzata per regolare l'equilibrio della flora intestinale. Le sedute di idrocolonterapia possono rappresentare un'integrazione a questo approccio terapeutico. Infine, l'esame microbiologico dei partner sessuali può offrire informazioni supplementari per il trattamento. Abstract Tratta da PubMed Autori Vittorio Magri 1, Matteo Boltri, Tommaso Cai, Roberto Colombo, Salvatore Cuzzocrea, Pieter De Visschere, Rosanna Giuberti, Clara Maria Granatieri, Maria Agnese Latino, Gaetano Larganà, Christian Leli, Giorgio Maierna, Valentina Marchese, Elisabetta Massa, Alberto Matteelli, Emanuele Montanari, Giuseppe Morgia, Kurt G Naber, Vaia Papadouli, Gianpaolo Perletti, Nektaria Rekleiti, Giorgio I Russo, Alessandra Sensini, Konstantinos Stamatiou, Alberto Trinchieri, Florian M E Wagenlehner

  • Radiofrequenza ed Estetica Vaginale. L'Applicazione della Radiofrequenza in Ginecologia: Benefici Estetici e Funzionali

    La radiofrequenza è una tecnologia che ha guadagnato popolarità in diversi campi medici, inclusa la ginecologia. Utilizzata principalmente per trattamenti estetici e funzionali, questa tecnica non invasiva offre numerosi benefici. In questo articolo, esploreremo come la radiofrequenza venga utilizzata in ginecologia e quali vantaggi può apportare alle donne. Cos'è la Radiofrequenza ? La radiofrequenza è una forma di energia elettromagnetica che può essere applicata al tessuto corporeo per produrre calore. Questo calore può stimolare il collagene, migliorare la circolazione sanguigna e favorire la rigenerazione dei tessuti. In ginecologia, la radiofrequenza è utilizzata per trattare varie condizioni sia a livello estetico che funzionale. Applicazioni Estetiche Nel campo estetico, la radiofrequenza è impiegata per migliorare l'aspetto della pelle e per tonificare i tessuti. In ginecologia, può essere utilizzata per trattare problemi come il rilassamento vaginale e la perdita di tono. Il calore generato dalla radiofrequenza stimola il collagene e favorisce la contrazione dei tessuti, contribuendo a un aspetto più giovane e tonico. Applicazioni Funzionali Oltre agli usi estetici, la radiofrequenza trova applicazione anche per trattamenti funzionali. Può essere utilizzata per alleviare sintomi legati all'atrofia vaginale, una condizione comune tra le donne in post-menopausa. Inoltre, la radiofrequenza può essere efficace per trattare l'incontinenza urinaria da stress, stimolando i muscoli e migliorando la funzionalità dell'uretra. Vantaggi della Radiofrequenza in Ginecologia Uno dei principali vantaggi della radiofrequenza è che si tratta di una procedura non invasiva, il che significa che non richiede incisioni o tempi di recupero prolungati. Inoltre, le sedute sono generalmente brevi, e gli effetti collaterali sono minimi. Le pazienti possono tornare alle loro attività quotidiane poco dopo il trattamento, rendendolo una scelta popolare per chi cerca soluzioni estetiche e funzionali senza interruzioni significative. Radiofrequenza ed Estetica Vaginale: Conclusioni La radiofrequenza ed Estetica Vaginale e Funzionale rappresenta una tecnologia versatile ed efficace in ambito ginecologico, con applicazioni che spaziano dal miglioramento estetico alla risoluzione di problemi funzionali. Se stai considerando la radiofrequenza come parte del tuo percorso di cura ginecologica, è importante consultare un professionista qualificato per discutere i benefici e le possibili controindicazioni. Relisa G 60 - Radiofrequenza con Elettroporazione Relisa è un dispositivo medico  in grado di contrarre il tessuto stimolando la produzione di collagene favorendo un ispessimento della mucosa ed una sua maggiore idratazione. ​ ReLisa consente di veicolare in profondità creme e farmaci come testosterone e composti a base di collagene e acido jaluronico senza l'uso di cannule o aghi. ​ ReLisa va ad agire sui meccanismi cellulari per riattivare al meglio i processi metabolici rigenerando i tessuti.

  • Disfunzione Erettile cause e rimedi (Johns Hopkins Medicine)

    Cos'è la disfunzione erettile (ED)? La disfunzione erettile è definita come l'incapacità persistente di raggiungere o mantenere un'erezione peniena sufficiente per una soddisfacente prestazione sessuale. Lo studio Massachusetts Male Aging ha intervistato 1.709 uomini di età compresa tra i 40 e i 70 anni tra il 1987 e il 1989 e ha scoperto che c'era una prevalenza totale di disfunzione erettile del 52 percento. Si stima che nel 1995 oltre 152 milioni di uomini in tutto il mondo abbiano sperimentato la DE. Per il 2025, si prevede che la prevalenza di DE sarà di circa 322 milioni di persone in tutto il mondo. In passato, la disfunzione erettile era comunemente ritenuta causata da problemi psicologici. Ora si sa che, per la maggior parte degli uomini, la disfunzione erettile è causata da problemi fisici, di solito legati all'apporto di sangue al pene. Sono stati compiuti molti progressi sia nella diagnosi che nel trattamento della disfunzione erettile. Quali sono i fattori di rischio per la disfunzione erettile? Secondo il NIH, la disfunzione erettile è anche un sintomo che accompagna molti disturbi e malattie. I fattori di rischio diretti per la disfunzione erettile possono includere quanto segue: Problemi alla prostata Diabete di tipo 2 Ipotiroidismo in associazione con una serie di condizioni endocrinologiche Ipertensione (pressione sanguigna alta) Malattia vascolare e interventi chirurgici vascolari Alti livelli di colesterolo nel sangue Bassi livelli di HDL (lipoproteine ad alta densità) Disturbi cronici del sonno (apnea ostruttiva del sonno, insonnia) Farmaci Disturbi neurogeni Malattia di Peyronie (deformità o curvatura del pene) Priapismo (infiammazione del pene) Depressione Uso di alcol Mancanza di conoscenza sessuale Scarse tecniche sessuali Relazioni interpersonali inadeguate Molte malattie croniche, in particolare insufficienza renale e dialisi Fumo, che esacerba gli effetti di altri fattori di rischio, come la malattia vascolare o l'ipertensione L'età sembra essere un forte fattore di rischio indiretto in quanto è associata a una maggiore probabilità di fattori di rischio diretti, alcuni dei quali sono elencati sopra. L'identificazione e la caratterizzazione accurate dei fattori di rischio sono essenziali per la prevenzione o il trattamento della disfunzione erettile. Disfunzione Erettile cause e rimedi Quali sono i diversi tipi (e cause) di DE? Di seguito sono riportati alcuni dei diversi tipi e possibili cause della disfunzione erettile: Disfunzione erettile organica La DE organica coinvolge anomalie nelle arterie peniene, nelle vene o in entrambe ed è la causa più comune di DE, specialmente negli uomini più anziani. Quando il problema è arterioso, è di solito causato dall'arteriosclerosi, o indurimento delle arterie, anche se il trauma alle arterie può essere la causa. I fattori di rischio controllabili per l'arteriosclerosi - sovrappeso, mancanza di esercizio fisico, alti livelli di colesterolo, ipertensione e fumo di sigaretta - possono causare un fallimento erettile spesso prima di progredire per influenzare il cuore. Molti esperti credono che l'atrofia, un parziale o completo deperimento del tessuto, e la fibrosi, la crescita di tessuto in eccesso, del tessuto muscolare liscio nel corpo del pene (muscolo liscio cavernoso) possano causare problemi nel mantenere un'erezione ferma. La scarsa capacità di mantenere un'erezione è spesso un sintomo precoce della disfunzione erettile. Anche se la condizione è chiamata perdita venosa, il vero problema non è con le vene ma il malfunzionamento del muscolo liscio che circonda le vene. Il risultato finale è la difficoltà a mantenere un'erezione ferma (perdita di un'erezione troppo rapidamente) che si ritiene ora essere una manifestazione precoce dell'aterosclerosi e della malattia vascolare. Diabete. La disfunzione erettile è comune nelle persone con diabete. Si stima che 10,9 milioni di uomini adulti negli Stati Uniti abbiano il diabete e il 35-50 percento di questi uomini siano impotenti. Il processo coinvolge un indurimento prematuro e insolitamente grave delle arterie. La neuropatia periferica, con coinvolgimento dei nervi che controllano le erezioni, è comunemente osservata nelle persone con diabete. Depressione La depressione è un'altra causa di DE ed è strettamente correlata alla disfunzione erettile. Poiché c'è una relazione triade tra depressione, DE e malattie cardiovascolari, gli uomini con depressione dovrebbero essere completamente valutati per malattie mediche e fattori psicologici. Alcuni farmaci antidepressivi causano fallimento erettile. Cause neurologiche Ci sono molte cause neurologiche (problemi nervosi) di DE. Il diabete, l'alcolismo cronico, la sclerosi multipla, l'avvelenamento da metalli pesanti, le lesioni al midollo spinale e ai nervi e il danno nervoso provocato da interventi pelvici possono causare disfunzione erettile. DE indotta da farmaci. Una grande varietà di farmaci con prescrizione medica, come i farmaci per la pressione sanguigna, i farmaci antiansia e antidepressivi, le gocce per gli occhi del glaucoma e gli agenti chemioterapici per il cancro sono solo alcuni dei molti farmaci associati alla DE. DE indotta da ormoni Anomalie ormonali, come un aumento della prolattina (un ormone prodotto dall'ipofisi anteriore), l'abuso di steroidi da parte dei culturisti, troppo o troppo poco ormone tiroideo e ormoni somministrati per il cancro alla prostata possono causare DE. Il basso testosterone può contribuire alla DE ma è raramente l'unico fattore responsabile della DE. Eiaculazione precoce (EP) L'eiaculazione precoce è una disfunzione sessuale maschile caratterizzata da: Eiaculazione che avviene sempre o quasi sempre prima o entro circa un minuto dalla penetrazione vaginale. Incapacità di ritardare l'eiaculazione su tutte o quasi tutte le penetrazioni vaginali; e, conseguenze personali negative, come angoscia, fastidio, frustrazione e/o evitamento dell'intimità sessuale. L'eiaculazione precoce è divisa in categorie di vita e acquisite: Eiaculazione precoce di vita. Con eiaculazione precoce di vita, il paziente ha sperimentato l'eiaculazione precoce sin dall'inizio del coito. Eiaculazione precoce acquisita. Con l'eiaculazione precoce acquisita, il paziente in precedenza aveva relazioni coitali di successo e solo ora ha sviluppato l'eiaculazione precoce. Ansia da prestazione. L'ansia da prestazione è una forma di DE psicogena, di solito causata dallo stress. Come viene diagnosticata la DE? Le procedure diagnostiche per la DE possono includere quanto segue: Anamnesi medica o sessuale del paziente. Questo può rivelare condizioni o malattie che portano all'impotenza e aiutare a distinguere tra problemi con l'erezione, l'eiaculazione, l'orgasmo o il desiderio sessuale. Esame fisico. Per cercare evidenze di problemi sistemici, come quanto segue: Potrebbe essere coinvolto un problema nel sistema nervoso se il pene non risponde come previsto a determinati contatti. Le caratteristiche sessuali secondarie, come il modello di peli, possono indicare problemi ormonali, che coinvolgono il sistema endocrino. Problemi circolatori potrebbero essere indicati da un aneurisma. Caratteristiche insolite del pene stesso potrebbero suggerire la base dell'impotenza. Esami di laboratorio. Questi possono includere esami del sangue, analisi delle urine, profilo lipidico e misurazioni di creatinina e enzimi epatici. La misurazione del testosterone nel sangue viene spesso eseguita negli uomini con DE, specialmente con una storia di libido ridotta o diabete. Esame psicosociale. Questo viene fatto per aiutare a rivelare fattori psicologici che potrebbero influenzare le prestazioni. Anche il partner sessuale può essere intervistato per determinare le aspettative e le percezioni riscontrate durante il rapporto sessuale. Qual è il trattamento per la DE? Il trattamento specifico per la disfunzione erettile sarà determinato dal medico in base a: La tua età, stato di salute generale e storia medica Estensione della malattia La tua tolleranza per specifici farmaci, procedure o terapie Aspettative per il corso della malattia La tua opinione o preferenza Alcuni dei trattamenti disponibili per la DE includono: Trattamenti medici: Sildenafil. (Viagra) Un farmaco con prescrizione medica assunto per via orale per il trattamento della DE. Questo farmaco funziona meglio quando assunto a stomaco vuoto e molti uomini possono avere un'erezione da 30 a 60 minuti dopo aver assunto il farmaco. È richiesta stimolazione sessuale per ottenere la migliore efficacia del citrato di sildenafil. Vardenafil. (Levitra) Questo farmaco ha una struttura chimica simile al citrato di sildenafil e funziona in modo simile. Tadalafil. (Cialis) Studi hanno indicato che il citrato di tadalafil rimane nel corpo più a lungo rispetto ad altri farmaci della sua classe. La maggior parte degli uomini che assumono questo farmaco trova che un'erezione si verifica entro 4-5 ore dopo aver preso la pillola (assorbimento lento) e gli effetti del farmaco possono durare fino a 24-36 ore. Avanafil (Spedra) La FDA raccomanda agli uomini di seguire precauzioni generali prima di assumere un farmaco per la DE. Gli uomini che assumono farmaci che contengono nitrati, come il nitroglicerina, NON dovrebbero usare questi farmaci. Assumere nitrati con uno di questi farmaci può abbassare troppo la pressione sanguigna. Inoltre, gli uomini che assumono tadalafil o vardenfil dovrebbero usare gli alfa-bloccanti con cura e solo come indicato dal loro medico, poiché potrebbero causare ipotensione (pressione sanguigna anormalmente bassa). Gli esperti raccomandano agli uomini di avere un'anamnesi medica completa ed un esame fisico per determinare la causa della DE. Gli uomini dovrebbero informare il loro medico di tutti i farmaci che stanno assumendo, compresi i farmaci da banco. Gli uomini con condizioni mediche che possono causare un'erezione prolungata, come l'anemia falciforme, la leucemia o il mieloma multiplo, o un uomo che ha un pene dalla forma anormale, potrebbero non trarre beneficio da questi farmaci. Inoltre, gli uomini con malattie epatiche o una malattia della retina, come la degenerazione maculare o la retinite pigmentosa, potrebbero non essere in grado di assumere questi farmaci, o potrebbero dover assumere la dose più bassa. Questi trattamenti medici NON dovrebbero essere utilizzati da donne o bambini. Gli uomini anziani sono particolarmente sensibili agli effetti di questi trattamenti medici, che possono aumentare la loro possibilità di avere effetti collaterali. Terapia sostitutiva degli ormoni La terapia sostitutiva del testosterone può migliorare l'energia, l'umore e la densità ossea, aumentare la massa muscolare e il peso e aumentare l'interesse sessuale negli uomini più anziani che possono avere livelli insufficienti di testosterone. La supplementazione del testosterone non è raccomandata per gli uomini che hanno livelli normali di testosterone per il loro gruppo di età a causa del rischio di ingrossamento della prostata e altri effetti collaterali. La terapia sostitutiva del testosterone è disponibile sotto forma di crema o gel, soluzione topica, cerotto cutaneo, forma iniettabile e forma di pellet inserita sotto la pelle. Impianti penieni Due tipi di impianti sono utilizzati per trattare la DE, tra cui: Protesi peniena gonfiabile (pompa idraulica a 3 pezzi). Una pompa e due cilindri sono posizionati all'interno delle camere dell'erezione del pene, il che provoca un'erezione rilasciando una soluzione salina; può anche rimuovere la soluzione per sgonfiare il pene. Protesi peniena semirigida. Due aste semirigide ma pieghevoli sono posizionate all'interno delle camere dell'erezione del pene, il che consente la manipolazione in posizione eretta o non eretta. L'infezione è la causa più comune di fallimento dell'impianto penieno e si verifica meno del 2 percento delle volte. Gli impianti di solito non vengono considerati fino a quando non sono stati provati altri metodi di trattamento, ma hanno un tasso di soddisfazione del paziente molto alto e sono una scelta di trattamento eccellente nel paziente appropriato. Come affrontano la DE le coppie? La disfunzione erettile può causare tensioni in una coppia. Molte volte, gli uomini eviteranno situazioni sessuali a causa del dolore emotivo associato alla DE, facendo sentire al partner di essere rifiutato o inadeguato. È importante comunicare apertamente con il proprio partner. Alcune coppie considerano di cercare insieme un trattamento per la DE, mentre altri uomini preferiscono cercare un trattamento senza che il partner ne sia a conoscenza. La mancanza di comunicazione è il principale ostacolo per cercare un trattamento e può prolungare la sofferenza. La perdita della capacità erettile può avere un profondo effetto su un uomo. La buona notizia è che la DE di solito può essere trattata in modo sicuro ed efficace. Sentirsi imbarazzati dai problemi di salute sessuale può impedire a molti uomini di cercare l'assistenza medica di cui hanno bisogno, il che può ritardare la diagnosi e il trattamento di condizioni sottostanti più gravi. La disfunzione erettile stessa è spesso correlata a un problema sottostante, come malattie cardiache, diabete, malattie del fegato o altre condizioni mediche. Poiché la DE può essere un sintomo premonitore di una malattia coronarica progressiva, i medici dovrebbero essere più diretti quando interrogano i pazienti sulla loro salute. Chiedendo ai pazienti in modo più diretto riguardo alla loro funzione sessuale attraverso una conversazione o un questionario durante un controllo medico, i medici potrebbero essere in grado di rilevare condizioni di salute più gravi prima.

  • Migliori correttori per le macchie scure del 2024, secondo gli esperti di bellezza."

    Le macchie scure sono una delle preoccupazioni cutanee più comuni - e questo tipo di discolorazione è principalmente causato da qualcosa con cui probabilmente ti imbatti ogni singolo giorno della tua vita: i raggi del sole. Se ti infastidiscono - e va benissimo se non lo fanno - probabilmente è una buona idea tenere a portata di mano un correttore per le macchie scure. E come si scopre, alcune persone sono più inclini a sviluppare diversi tipi di macchie scure e pigmentazione rispetto ad altre. Le tonalità della pelle più scure sono più inclini a trattare l'iperpigmentazione post-infiammatoria, la discolorazione causata da traumi o acne, perché hanno più cellule nella pelle che producono melanina, dice il dermatologo Oma Agbai, MD. "Al contrario, le persone con tonalità della pelle più chiare sono più inclini a sviluppare macchie solari, chiamate lentigos solari, a causa della radiazione UV." Se vuoi sapere come eliminare le macchie scure, sei nel posto giusto. Ingredienti Principali Reshmi Kapoor, MD, dermatologo certificato e fondatore di Brooklyn Dermatology a Brooklyn, consiglia di cercare i seguenti ingredienti: Derivati della vitamina A come il retinolo diminuiscono la melanina bloccando la tirosinasi, un enzima nella via di produzione della melanina, e aumentano il ricambio cellulare. L'acido tranexamico blocca l'interazione tra melanociti (cellule produttrici di pigmenti) e cheratinociti (le cellule cutanee di base) e diminuisce la produzione di melanina indotta dai raggi UV. L'acido azelaico è un acido presente naturalmente che inibisce la tirosinasi e regola la produzione di melanina. L'acido kojico blocca l'attivazione UV della tirosinasi e agisce come antiossidante. Infine, la niacinamide e la vitamina C inibiscono il trasferimento del pigmento dai melanociti ai cheratinociti. Ma l'ingrediente più efficace per rimuovere le macchie scure è l'idrochinone, che ora è tipicamente presente solo in alcuni correttori con prescrizione medica (anche se potresti ancora trovarlo in alcuni prodotti da banco). In un mondo ideale, il prodotto che scegli conterrebbe diversi di questi ingredienti. Tipo di pelle Il tipo di correttore per le macchie scure che desideri utilizzare dipende dalle tue preferenze personali. Considera qual è il tuo tipo di pelle. Se tendi ad avere la pelle più secca, potrebbe essere meglio optare per una crema idratante più nutriente, mentre coloro con pelle grassa potrebbero preferire sieri o maschere. Come abbiamo selezionato Gli editor di Women's Health, tra cui l'editor assistente Addison Aloian, l'editor di commercio Jasmine Gomez, l'assistente editoriale Sabrina Talbert e la collaboratrice Brigitt Earley, hanno esaminato i correttori per macchie scure più venduti e meglio valutati. Il team ha consultato 11 dermatologi e il direttore di bellezza di WH, Brian Underwood, per le loro raccomandazioni e poi li ha testati sulla propria pelle per selezionare i migliori correttori per macchie scure per una vasta gamma di esigenze e preferenze. Continua a leggere per scoprire le nostre scelte approvate dagli esperti. In questa formula, la vitamina C neutralizza i radicali liberi che causano danni ossidativi alla pelle e blocca i processi enzimatici che producono più pigmento nella pelle," dice Melissa Kanchanapoomi Levin, MD. Questo siero L'Oreal aiuterà a fermare questi due fattori che causano le macchie scure sulla pelle. ICYDK, L'Oreal Paris è un punto di riferimento nel mondo dei prodotti per la cura della pelle in farmacia, efficace e conveniente. "Questo siero è dotato di un applicatore mirato, rendendo facile l'applicazione diretta sulle aree di discromia o su tutto il viso per un approccio più sistemico (la mia raccomandazione)," dice Brian Underwood, direttore della bellezza di Women's Health. Il nostro tester dice: "Questo prodotto ha una leggera tonalità gialla, quindi conferisce immediatamente una leggera luminosità alla pelle. Si assorbe rapidamente e lascia la pelle setosa e liscia, quasi come una crema idratante (probabilmente grazie alla vitamina E nella formula). Come bonus piacevole, questo siero ha un profumo molto gradevole e fresco. Nonostante la concentrazione del 12% di vitamina C, la mia pelle ha tollerato molto bene il prodotto. Potrebbe essere utile notare, tuttavia, che poiché contiene profumi e ha una concentrazione più elevata di vitamina C e acido salicilico, potrebbe non essere adatto per le pelli sensibili." I migliori Testati REVITALIFT L'Oréal Paris Clinical 12% siero con vitamina C pura Murad - Rapid Dark Spot Correcting Serum

  • Patologie Dermatologiche Principali

    I disturbi della pelle, come l'acne e l'eczema, variano notevolmente nei sintomi e nella gravità. Possono essere temporanei o permanenti e possono essere indolori o dolorosi. Alcuni possono essere potenzialmente pericolosi per la vita. Alcuni disturbi della pelle hanno cause situazionali, mentre altri possono essere di natura genetica. Anche se la maggior parte dei disturbi della pelle sono lievi, altri possono indicare un problema più serio. Contatta un medico se ritieni di avere uno di questi comuni problemi cutanei. Ci sono molti tipi diversi di disturbi della pelle. Di seguito sono riportate immagini di 25 condizioni diverse, seguite da un elenco di dettagli per ciascuna. Elenco dei disturbi della pelle: Patologie Dermatologiche Principali: Acne L'acne si trova comunemente sul viso, sul collo, sulle spalle, sul petto e sulla parte superiore della schiena. I brufoli sulla pelle sono composti da arrossamenti, punti neri, punti bianchi, brufoli o cisti e noduli profondi e dolorosi. Questa condizione può lasciare cicatrici o scurire la pelle se non trattata. Le persone di colore possono avere macchie scure conosciute come iperpigmentazione post-infiammatoria (PIH). Herpes labiale Questa condizione causa una vescicola rossa, dolorosa e piena di liquido che appare vicino alla bocca e alle labbra. Le persone con pelle più chiara possono notare più arrossamento rispetto a quelle con pelle più scura. L'area interessata spesso prude o brucia prima che il ferite sia visibile. Gli sfoghi possono anche essere accompagnati da sintomi lievi simili all'influenza, come febbre bassa, dolori muscolari e linfonodi ingrossati. L'herpes labiale di solito ha un aspetto simile su qualsiasi tipo di pelle, ma può anche causare iperpigmentazione post-infiammatoria (PIH) nelle persone con pelle più scura. Vescicola Le vesciche sono caratterizzate da un'area cutanea piena di liquido trasparente e acquoso. Possono essere più piccole di 1 centimetro (cm) (vescicola) o più grandi di 1 cm (bolla) e possono verificarsi da sole o in gruppi. Le vesciche possono essere trovate in qualsiasi parte del corpo. Orticaria Questa causa prurito e pomfi sollevati che si verificano dopo l'esposizione a un allergene. I pomfi possono essere caldi e leggermente dolorosi al tatto. Le orticarie sulla pelle più scura possono apparire sollevate o infiammate e potrebbero essere leggermente più scure o più chiare rispetto al tuo colore naturale della pelle. Sulla pelle più chiara, le orticarie di solito appaiono rosse. Possono essere piccole, rotonde, a forma di anello o a forma casuale. Cheratosi attinica Questa condizione causa una chiazza cutanea spessa, squamosa o crostosa. Solitamente è inferiore a 2 cm o circa le dimensioni di un gommino per matita. Appare spesso su parti del corpo che ricevono molta esposizione al sole, come mani, braccia, viso, cuoio capelluto e collo. La chiazza cutanea è di solito di colore rosa ma può avere una base marrone, beige o grigia. Questa chiazza può apparire dello stesso colore della pelle circostante nelle persone con pelle più scura. Rosacea Questa malattia cronica della pelle passa attraverso cicli di sbiadimento e ricaduta. Le ricadute possono essere innescate da cibi piccanti, bevande alcoliche, luce solare, stress e batteri intestinali come Helicobacter pylori. Ci sono quattro sottotipi di rosacea che comprendono una vasta gamma di sintomi. I sintomi comuni includono arrossamento del viso, brufoli rossi sollevati, secchezza della pelle e sensibilità cutanea. Le persone con tonalità di pelle più scure possono notare macchie marroni o aree scure e gonfie di pelle secca. Foruncolo Questa causa un nodulo rosso, doloroso e irritato sotto la pelle. Potrebbe essere accompagnato da febbre, dolori muscolari e affaticamento. Può anche causare croste sulla pelle o perdite. Potrebbe sembrare più viola sulla pelle più scura. Allergia al lattice Questa condizione è considerata un'emergenza medica. Potrebbe essere necessaria assistenza urgente. Contattare i servizi di emergenza locali. Ciò causa una eruzione cutanea, che può verificarsi entro pochi minuti o ore dopo l'esposizione a un prodotto in lattice. Potrebbe essere meno visibile sulla pelle più scura o apparire più chiaro o più scuro del tessuto circostante. Causa anche pomfi caldi e pruriginosi nel sito di contatto, che possono assumere un aspetto secco e crostoso con l'esposizione ripetuta al lattice. Le particelle di lattice trasportate dall'aria possono causare tosse, naso che cola, starnuti e occhi pruriginosi e lacrimosi. Una grave allergia al lattice può causare gonfiore e difficoltà respiratorie. Eczema L'eczema è caratterizzato da macchie rosa, rosse, marroni, viola o grigie, talvolta con chiazze squamose che si desquamano. Le aree interessate possono essere pruriginose, grasse o oleose. Sulla pelle chiara, l'eczema può causare una eruzione cutanea rossa. Questa eruzione può apparire marrone, viola o grigia sulla pelle più scura. La perdita di capelli può verificarsi anche nell'area interessata dall'eruzione. Psoriasi Questa causa placche cutanee squamose, argentee e nettamente definite. Le persone con pelle più scura potrebbero anche sperimentare macchie marroni scure o violacee sulla pelle. Le placche sono comunemente situate sul cuoio capelluto, sui gomiti, sulle ginocchia e sulla parte bassa della schiena. Questa condizione può essere pruriginosa o asintomatica. Cellulite La cellulite è un'emergenza medica. Una persona dovrebbe contattare il 911 o i servizi di emergenza locali se ha sintomi di cellulite. La cellulite è causata da batteri o funghi che entrano attraverso una crepa o una ferita nella pelle. Provoca una pelle gonfia e dolorosa con o senza perdite che si diffonde rapidamente. La pelle potrebbe apparire rossa sulla pelle più chiara. Tuttavia, questo può essere meno evidente sulle tonalità di pelle più scure. La pelle può risultare calda e sensibile al tatto. Febbre, brividi e striature rosse dalla eruzione possono essere sintomi di un'infezione grave che richiede attenzione medica. Morbillo I sintomi del morbillo includono febbre, mal di gola, occhi rossi o lacrimosi, perdita di appetito, tosse e naso che cola. Provoca anche una eruzione cutanea rossa, che si diffonde dal viso al corpo 3-5 giorni dopo la comparsa dei primi sintomi. Questa eruzione potrebbe essere più difficile da vedere sulla pelle più scura. Piccole macchie rosse con centri bianco-azzurri possono apparire all'interno della bocca. Il morbillo può causare un'iperpigmentazione post-infiammatoria (PIH) più evidente nelle persone di colore. Carcinoma a cellule basali Può causare aree a forma di cupola, rosa o rosse, lucenti e perlacee che possono avere un centro scavato, come un cratere. Per le persone con pelle scura, potrebbe apparire più scuro e meno perlaceo. Questa condizione è spesso caratterizzata da aree rialzate, compatte e pallide che possono assomigliare a una cicatrice. I vasi sanguigni sulla crescita possono essere visibili. Potrebbe causare sanguinamenti facili o una ferita che cola che sembra non guarire, o guarisce e poi riappare. Carcinoma a cellule squamose Questa condizione si verifica spesso in aree esposte a radiazioni ultraviolette (UV), come il viso, le orecchie e il dorso delle mani. Può essere caratterizzata da una macchia cutanea squamosa e rossiccia, che progredisce in un rigonfiamento che continua a crescere. Il rigonfiamento potrebbe essere più chiaro sulla pelle più scura. Può anche causare una crescita che sanguina facilmente, non guarisce o guarisce e poi riappare. Melanoma Questa è la forma più grave di cancro della pelle, più comune nelle persone con pelle chiara. Può comparire ovunque sul corpo come un neo con bordi irregolari, forme asimmetriche e colori multipli. Nelle persone di colore, il melanoma compare spesso in zone meno esposte al sole. Potrebbe anche apparire come un neo che ha cambiato colore o è diventato più grande nel tempo, di solito più grande di una gomma per matita. Lupus Il lupus può causare la classica eruzione a farfalla associata alla condizione, che è un'eruzione calda, marrone o rossa che si diffonde sulle guance e sul ponte del naso come le ali di una farfalla e peggiora al sole. Altri tipi di lupus causano sintomi diversi. Ad esempio, il lupus discoide può causare un'eruzione a forma di disco squamosa che non prude né fa male. Il lupus eritematoso cutaneo causa macchie rosse squamose o forme ad anello che si trovano più comunemente sulle spalle, avambracci, collo e parte superiore del torso e peggiorano con l'esposizione al sole. Tuttavia, questi tipi sono meno comuni. Altri sintomi del lupus includono fatica, mal di testa, febbre e articolazioni gonfie o doloranti. Dermatite da contatto Questa condizione compare ore o giorni dopo il contatto con un allergene. Provoca un'eruzione con bordi visibili e appare dove la pelle ha toccato la sostanza irritante. La pelle può essere pruriginosa, squamosa o irritata. La pelle più chiara può apparire rossa, mentre quella più scura può apparire viola, grigia o marrone scuro. Potrebbe anche causare vesciche che piangono, suppurano o diventano croste. Vitiligine La vitiligine è caratterizzata dalla perdita di pigmento nella pelle a causa della distruzione autoimmune delle cellule che danno colore alla pelle. La vitiligine focale causa la perdita di colore della pelle solo in poche piccole aree, che possono unirsi. La vitiligine a pattern segmentario causa depigmentazione su un lato del corpo. La vitiligine può anche causare l'ingrigimento prematuro dei capelli sul cuoio capelluto o del pelo del viso. Le persone con tonalità di pelle diverse svilupperanno di solito delle macchie cutanee molto più chiare rispetto al loro tono naturale della pelle. Nelle persone con pelle più scura, tende ad essere più evidente, il che potrebbe causare un aumento dello stigma legato alla condizione. Verruca Le verruche sono causate da molti tipi diversi di un virus chiamato virus del papilloma umano (HPV). Possono essere trovate sulla pelle o sulle mucose e possono verificarsi singolarmente o in gruppi. Le verruche sono contagiose e possono essere trasmesse ad altri.Varicella Questo può causare grappoli di vesciche piene di liquido pruriginose, rosse o marroni, in varie fasi di guarigione in tutto il corpo. L'eruzione è accompagnata da febbre, dolori muscolari, mal di gola e perdita di appetito. La varicella rimane contagiosa fino a quando tutte le vesciche non si sono ricoperte di crosta. La varicella può essere più difficile da vedere sulla pelle scura. Dermatite seborroica Questa condizione è caratterizzata da chiazze squamose gialle o bianche che si sfaldano. Le aree interessate possono essere rosse, pruriginose, grasse o oleose. Le persone con pelle più scura possono anche notare ipopigmentazione, o perdita di colore della pelle, nelle aree interessate. La perdita di capelli può verificarsi nell'area con l'eruzione cheratosi pilare Questa comune condizione della pelle è più spesso osservata sulle braccia e sulle gambe ma potrebbe anche verificarsi sul viso, sulle natiche e sul tronco. Spesso si risolve da sola entro i 30 anni. Spesso causa protuberanze cutanee che sembrano irregolari, appaiono leggermente rosse e hanno una consistenza ruvida. I sintomi possono peggiorare con il tempo asciutto. I follicoli piliferi possono sembrare più scuri rispetto alla pelle circostante sulla pelle scura. Di solito sembreranno rossi o viola sulla pelle più chiara. Tigna Questa condizione causa rash circolari e squamosi con un bordo rialzato. La pelle al centro dell'anello potrebbe apparire chiara e sana, mentre i bordi dell'anello possono espandersi verso l'esterno. La pelle spesso prude. L'anello è di solito rosso o rosa sulla pelle chiara e marrone o grigio sulla pelle più scura. Melasma Questa comune condizione della pelle provoca la comparsa di macchie scure sul viso e - raramente - sul collo, sul petto o sulle braccia. Il melasma è più comune nelle persone incinte (cloasma) e negli individui con una carnagione più scura o una forte esposizione al sole. Potrebbe non causare altri sintomi oltre alla discolorazione della pelle. Potrebbe sparire da sola entro un anno o potrebbe diventare permanente. Impetigine Questa condizione è comune nei bambini e nei bambini. Di solito causa un rash irritante, che è spesso situato nell'area intorno alla bocca, al mento e al naso. Potrebbe anche causare vesciche piene di liquido che si aprono facilmente e formano una crosta color miele. Potrebbe essere più difficile da vedere sulla pelle più scura.Quali sono le condizioni cutanee permanenti? Alcune condizioni cutanee croniche sono presenti dalla nascita, mentre altre compaiono improvvisamente in seguito. La causa di questi disturbi non è sempre nota. Molte malattie cutanee permanenti hanno trattamenti efficaci che consentono periodi prolungati di remissione. Tuttavia, non sono curabili e i sintomi possono riapparire in qualsiasi momento. Esempi di condizioni cutanee croniche includono: rosacea, caratterizzata da piccoli noduli pieni di pus sul viso psoriasi, che provoca placche squamose, pruriginose e secche vitiligine, che si traduce in ampie chiazze irregolari di pelle più chiara eczema, che causa prurito, arrossamento, secchezza e irritazione della pelle. Le persone di colore hanno una maggiore probabilità di sviluppare PIH e cicatrici anomale.

  • Migliori Laser per depilazione IPL per uso domestico del 2024,

    BY JASMINE GOMEZ, LILY WOHLNER AND BRIGITT EARLEYUPDATED: APR 4, 2024 Prima di tutto, non c'è nulla di sbagliato con i peli sul corpo. Sono belli, naturali e sani. Anche alcune celebrità evitano di rasarsi o depilare aree come le ascelle. Ma se la tua preferenza è una pelle senza peli e liscia sul viso, sul corpo e nell'area brasiliana, e sei stanco dei metodi tradizionali di rimozione dei peli (uhh, la rasatura), forse è il momento di considerare un dispositivo per la rimozione dei peli con laser per uso domestico. Probabilmente sei già molto familiare con la frustrante e lunga manutenzione delle pratiche come la rasatura della linea bikini, la depilazione lì sotto, o anche la filettatura delle sopracciglia. Beh, la rimozione dei peli con laser per uso domestico ti aiuta ad evitare tutto ciò senza dover lasciare casa tua o spendere troppo. Sebbene i dispositivi per la rimozione dei peli con laser per uso domestico siano ottimi per gli appuntamenti tra le sedute di rimozione dei peli con laser in studio, la dermatologa Jeanine Downie, MD, raccomanda di visitare un dermatologo certificato per una raccomandazione professionale su quali servizi di rimozione dei peli possono offrire che sono più adatti alle tue specifiche esigenze cutanee. "Racconta al tuo medico la tua etnia in modo che possano consigliarti il giusto laser per il tuo tipo di pelle", dice Downie. "Vuoi ricevere il trattamento giusto che non danneggi la tua pelle." Cosa considerare Valore A seconda della parte del corpo che stai trattando, gli appuntamenti per la rimozione dei peli in studio possono diventare costosi (a proposito, possono costarti fino a $500, o anche più). Anche se i dispositivi laser per uso domestico possono sembrare costosi all'inizio, offrono il vantaggio di un pagamento unico rispetto al pagamento per ogni visita in uno studio professionale. Molti prodotti in questa lista, come il Smoothskin, hanno flash illimitati, il che significa che dureranno per parecchio tempo. Detto ciò, potrebbero tendere a essere più costosi. Altre caratteristiche aggiuntive come multiple modalità di intensità (vedi il Yachyee) o modalità delicate per la pelle sensibile (ciao, Braun) possono anche aumentare il prezzo. La cifra che spendi dipende dalle caratteristiche che desideri nel tuo dispositivo e da quanto tempo desideri che duri. Colore dei capelli e tonalità della pelle La sfida con molti dispositivi per uso domestico deriva dalla loro incapacità di differenziare tra pelle scura e capelli scuri a causa della loro pigmentazione, spiega il dermatologo certificato Corey L. Hartman, MD. Questi dispositivi dipendono dal contrasto tra il colore della pelle e dei capelli per mirare efficacemente al follicolo pilifero. Se hai capelli o pelle più scuri, consulta il tuo dermatologo per una raccomandazione sui migliori trattamenti e dispositivi per la rimozione dei peli con laser per te. Ma in generale, "i laser IPL, che sta per luce pulsata intensa, sono molto più inconsistenti nei loro risultati e non sono adatti alle tonalità della pelle più scura," dice la dott.ssa Downie. Puoi anche leggere le recensioni del dispositivo prima di acquistarne uno. Molto spesso, le persone commenteranno la capacità del dispositivo di funzionare su entrambi i tipi di pelle e capelli scuri. Area di trattamento Quando acquisti un dispositivo per la rimozione dei peli, è sempre una buona idea selezionare il dispositivo in base all'area che desideri trattare. Alcuni possono essere più efficienti su aree grandi e altri possono essere più adatti per aree più piccole, come il dispositivo Yachyee. Una volta scelto il dispositivo, sappi che può volerci del tempo per vedere i risultati. Anche se ovviamente vorrai fare riferimento alle istruzioni specifiche sul tuo dispositivo, la dermatologa Bertha Baum, DO, raccomanda di utilizzare il laser settimanalmente per un periodo che va da quattro a dieci settimane per vedere risultati duraturi. Raccomanda inoltre che se hai una pelle particolarmente sensibile, potresti voler usare il dispositivo solo una volta al mese. In ogni caso, osserva che dovresti iniziare a vedere risultati sotto forma di diradamento dei peli dopo i primi quattro trattamenti. Se sei pronto a lasciare da parte la rasatura, guarda sotto per i 14 migliori dispositivi per la rimozione dei peli, secondo le recensioni dei clienti e dei dermatologi. Epilazione Laser IPL Domestica Migliori dispositivi per la rimozione dei peli con laser per uso domestico del 2024, testati dagli esperti" Migliori Laser per depilazione Dispositivi per la Rimozione dei Peli con Laser BRAUN SKIN i-EXPERT Incontra il nuovo dispositivo per la rimozione dei peli con laser di Braun: uno che il marchio definisce come l'unica opzione "intelligente" in questa categoria. Cosa significa esattamente? Il gadget di bellezza si collega a un'applicazione per smartphone compatibile tramite tecnologia Bluetooth e WiFi per adattare il trattamento alle tue esigenze personali. Nei nostri test, l'app è stata facile da scaricare e navigare. Il nostro tester è rimasto impressionato da quanto bene ha valutato il suo tono della pelle e il colore dei capelli per la compatibilità con il dispositivo, e ha apprezzato che ti guidi anche durante l'intero processo. "Mi ha detto esattamente quale testina usare per diverse aree del mio corpo", ci ha detto il nostro tester. "Mi piace questa funzione, perché di solito non uso queste testine di precisione a mio vantaggio, dato che non so mai quale scegliere." L'app analizza anche quanto hai coperto per aiutare a garantire che non ti perda alcuna zona. Infine, l'app ha un calendario integrato, quindi ricorderai sempre quando è il momento di fare alcune zappate: qualcosa che i tester ci hanno detto può essere difficile da tenere traccia, ma è fondamentale per ottenere risultati. Come altri dispositivi per la rimozione dei peli con laser di Braun che abbiamo provato, anche questo viene fornito in una robusta custodia che mantiene tutto ordinato sotto il tuo tavolo da trucco, o ovunque tu scelga di conservarlo. L'unità non menziona una tecnologia di raffreddamento specifica, ma il nostro tester ha detto che la sua esperienza è stata in gran parte indolore. "Ho sentito qualche pizzicore qua e là, ma niente che potessi descrivere come doloroso: più simile a un pizzicotto veloce e piccolo." In generale, questo dispositivo è più costoso rispetto ad altre scelte, ma per chi è seriamente intenzionato ad affrontare i peli sul proprio corpo, che siano ascelle, gambe, brasiliana e oltre, pensiamo che valga ogni centesimo, soprattutto se senti di poter utilizzare un po' di aiuto durante il processo. Ulike Air+ IPL Laser Hair Removal Abbiamo testato questo dispositivo per la rimozione dei peli con laser per la prima volta nel 2022 e continuiamo a sostenerlo come una delle migliori scelte disponibili. In termini di prezzo, si colloca esattamente a metà della classifica, ma è ricco di funzionalità che lo rendono facile e confortevole da usare. Prendi ad esempio la funzione di raffreddamento. La nostra tester ha detto di essere nervosa riguardo all'uso dei dispositivi per la rimozione dei peli con laser, principalmente perché non voleva provare dolore durante i trattamenti. "Mi ero davvero preparata per quel primo flash," ci ha detto. "Ma posso confermare che non ho sentito assolutamente nulla, sì, anche 'là sotto'." Il produttore include anche protezione per gli occhi. "Mi è piaciuto il fatto che fosse incluso un paio di occhiali da sole in stile aviatore per proteggere i miei occhi, perché no, giusto?!" Anche i risultati parlano da soli. "Il marchio dice che vedrai risultati visibili entro quattro settimane, ma onestamente ho notato una differenza nella frequenza con cui dovevo rasarmi più da vicino già verso le tre settimane," ha detto la nostra tester. "Intorno alle sei settimane, ero tentata di evitare i trattamenti, perché i risultati erano così drammatici. Naturalmente, questo non è raccomandato per ottenere risultati completi, quindi ho seguito tutto il ciclo di 12 settimane. Ora, vedo i peli iniziare a ricrescere solo ogni quattro-sei settimane."

bottom of page